29
Lug
0

Risorse destinate alla remunerazione del personale impegnato nell’emergenza epidemiologica da COVID-19

Inviato il in Generale

Il disegno di legge n. 126/2020 dà attuazione alle disposizioni previste dal decreto legge 17 marzo 2020, n. 18, convertito dalla legge 24 aprile 2020, n. 27, e dal decreto legge 19 maggio 2020, n. 34, incrementando le risorse stanziate dallo Stato per remunerare le prestazioni lavorative rese dal personale dipendente SSN coinvolto nell’emergenza epidemiologica da COVID-19. Ciò in considerazione dello straordinario impegno profuso dallo stesso personale che, nel fronteggiare la pandemia, oltre ad essere stato esposto al rischio di contagio, cui in molti casi ha fatto seguito la contrazione della malattia, ha dato dimostrazione di grande professionalità, responsabilità, disponibilità e dedizione al lavoro.

Ultima modifica il
29
Lug
0

Organizzazione ed intermediazione di viaggi

Inviato il in Generale

La modifica normativa proposta dal disegno di legge n. 125/2020 è finalizzata alla rimozione del limite imposto alle agenzie di viaggio di esercitare la propria attività esclusivamente in locali indipendenti ed escludenti altre attività commerciali. La modifica normativa proposta consente, nel rispetto della vigente normativa nazionale e regionale in materia di commercio e seguendo tutte le procedure previste in tali ambiti, di poter diversificare la propria attività di impresa, auspicabilmente riducendo il rischio di fallimento in un anno così critico per il turismo quale questo 2020. 


Ultima modifica il
17
Lug
0

Riconoscimento della legittimità di debito fuori bilancio

Inviato il in Generale

Con il disegno di legge n. 124/2020 si provvede al riconoscimento del debito fuori bilancio ai sensi dell’art. 73 c. 1 lett. e) del decreto legislativo 23 giugno 2011, n. 118 e ss.mm.ii., a seguito della ricognizione effettuata dal Settore Bilancio e Ragioneria, come previsto dalla D.G.R n. 627 del 3 agosto 2018 ad oggetto “D.lgs 118/2011 art. 73 –Riconoscimento dei debiti fuori bilancio – approvazione procedura interna per riconoscimento”.

Ultima modifica il
17
Lug
0

Disposizioni in materia di elezione del Presidente della Giunta regionale e del Consiglio regionale

Inviato il in Generale

Al fine di promuovere i diritti e le libertà fondamentali, il disegno di legge n. 123/2020 introduce misure a garanzia della parità di accesso alle cariche elettive tra donne e uomini. A seguito delle modifiche introdotte con Legge costituzionale 18 ottobre 2001, n. 3 ), l’articolo 117 Cost. prevede che “Le leggi regionali rimuovono ogni ostacolo che impedisce la piena parità degli uomini e delle donne nella vita sociale, culturale ed economica e promuovono la parità di accesso tra donne e uomini alle cariche elettive”. La legge 15 febbraio 2016, n. 20 ha introdotto, tra i principi fondamentali in base ai quali le Regioni a statuto ordinario sono tenute a disciplinare autonomamente il proprio sistema elettorale, l’adozione di specifiche misure per la promozione delle pari opportunità tra donne e uomini nell’accesso alle cariche elettive. Nello specifico, al fine di garantire un’adeguata rappresentanza di entrambi i sessi le liste concorrenti di candidati devono essere formate in modo tale che in ciascuna lista i candidati del medesimo sesso non eccedano il 60% del totale. Inoltre, in caso di liste che prevedano l’espressione di preferenze, deve essere consentita la possibilità per l’elettore di esprimere almeno due voti di preferenza di cui uno riservato a un candidato di sesso diverso, mentre in caso di liste che non prevedano l’espressione di preferenze deve essere garantita l’alternanza di genere tra i candidati. Il presente disegno di legge, in attuazione delle disposizioni sopra richiamate, prevede che, nelle liste provinciali concorrenti di cui all’art. 1, comma 2, della l. 23 febbraio 1995 n. 43 i candidati del medesimo sesso non possano eccedere il 60% del totale nonché la possibilità per l’elettore esprimere fino a due voti di preferenza per candidati appartenenti alla stessa lista. In caso di espressione di due preferenze, le stesse devono essere espresse a favore di candidati di sesso diverso. Il limite del 60% dei candidati del medesimo sesso è altresì disposto per la formazione delle liste regionali concorrenti di cui all’art. 1, comma 3, della l. 43/1995 prevedendo l’alternanza tra candidati di sesso diverso.

 

Ultima modifica il
17
Lug
0

Assestamento al bilancio di previsione della Regione Liguria per gli anni finanziari 2020 - 2022

Inviato il in Generale

Con il disegno di legge n. 122/2020 si adempie agli obblighi di legge previsti dall’art.50 del D.Lgs. 118/2011 secondo il quale la regione, entro il 31 luglio, approva con legge l’assestamento delle previsioni di bilancio, anche sulla scorta della consistenza dei residui attivi e passivi accertati in sede di rendiconto dell’esercizio scaduto il 31 dicembre precedente. 

Ultima modifica il

Informazioni aggiuntive